XVI Congresso ordinario dell’Unione delle Camere Penali Italiane

Dal  30 settembre al 1 Ottobre si terrà a Bologna il XVI Congresso dell’Unione delle Camere Penali  Italiane nel corso del quale si procederà all’elezione del Presidente e della Giunta.

PROGRAMMA

xvi-congresso-ordinario-ucpi-programma1

I candidati ed il loro programma

lettera-candidatura-mauro-anetrini

lettera-candidatura-beniamino-migliucci

FacebookTwitterGoogle+

Paola Rebecchi

La Camera Penale di Roma piange affranta la scomparsa della amatissima Paola Rebecchi, Consigliere Tesoriere e già Vicepresidente e Segretario della Associazione, tragicamente scomparsa  ieri sera in un incidente stradale, di ritorno da un incontro a Rimini dell’Unione delle Camere Penali Italiane, al quale aveva partecipato in qualità di Responsabile del relativo Osservatorio per la difesa d’ufficio.
Domani   i componenti del Direttivo chiederanno in tutte le aule di osservare un minuto di silenzio e ricorderanno la carissima Amica e il suo appassionato e straordinario impegno profuso nelle attività dell’Associazione, essendo sempre in prima linea nella tutela degli interessi dei cittadini e nelle battaglie per i diritti della difesa.

 

Il Direttivo

FacebookTwitterGoogle+

30 Giugno – giornata dedicata a Marco Pannella

Il 30 giugno, presso l’aula Occorsio, la Camera Penale di Roma dedicherà una giornata alla memoria di Marco Pannella. Un momento di condivisione delle sue battaglie, perno e sostanza della nostra coscienza civile e politica. Un’occasione preziosa per ringraziare un Uomo che ha speso la sua vita per uno stato di Diritto laico e liberale; che si è battuto per un processo giusto, per un imputato tutelato in ogni fase; che ha perseguito  il diritto alla conoscenza; che ha difeso i detenuti e gli ultimi e ha preteso la dignità di ogni carcerazione.  Per ricordare, per essere, per andare avanti, insieme.

FacebookTwitterGoogle+

Addio a Marco Pannella

La Camera Penale di Roma esprime profondo cordoglio per la scomparsa di Marco Pannella, storico difensore dei diritti civili e del Giusto Processo.

Il Direttivo

FacebookTwitterGoogle+

CORSO DI FORMAZIONE TECNICA E DEONTOLOGICA DELL’AVVOCATO PENALISTA – 13 SETTEMBRE 2016

SCUOLA TERRITORIALE DELL’UCPI

CAMERA PENALE DI ROMA

Corso di Formazione Tecnica e Deontologica dell’Avvocato Penalista

ANNO 2016

 XII LEZIONE del 13 settembre 2016

Deontologia e patrocinio spese dello Stato

(Avv. Marco Lepri – Avv. Anselmo De Cataldo – Avv. Aldo  Minghelli)

 

Avv. Marco Maria Monaco

Avv. Salvatore Sciullo

FacebookTwitterGoogle+

Lettera Aperta del Direttivo della Camera Penale di Roma all’A.N.M. romana sul Davigo pensiero

La Camera Penale di Roma ha appreso che il Presidente dell’A.N.M.  ritiene che il numero dei procedimenti  pendenti dipende dal numero degli Avvocati e dalle loro attività,  nonché dalla inutilità di procedere all’esame di testi nel dibattimento, essendo più che sufficienti le dichiarazioni rese alla polizia giudiziaria.

Le dichiarazioni in questione sono allarmanti, perché  denunciano non solo la mancata conoscenza dei fenomeni evocati, quanto soprattutto la clamorosa negazione dei principi del giusto processo, consacrati nell’art. 111 della Costituzione e nell’art. 6 della CEDU.

Invero, se da un lato il numero dei procedimenti dipende ovviamente dal numero delle notizie di reato e dalle relative iscrizioni effettuate dal PM, mentre la loro durata è la endemica conseguenza di carenze di natura strutturale, come dimostrato dallo studio da noi commissionato alla Eurispes, dall’altro l’esame dei testimoni nel dibattimento nel contraddittorio tra le parti è il principio cardine del processo penale e rappresenta l’essenza stessa del giusto processo.

La Camera Penale di Roma riafferma sia che la funzione del difensore è quella di garante dei diritti individuali e della lealtà dello Stato nei confronti del cittadino, sia soprattutto che il contraddittorio costituisce la migliore garanzia per la corretta formazione della prova, essendo unanimemente riconosciuto che esso è il più affidabile strumento cognitivo e dunque quello più indicato per scongiurare il pericolo di errori giudiziari.

In definitiva, la Camera Penale di Roma ribadisce il proprio sconcerto per la concezione autoritaria ed anticostituzionale del processo penale, che l’A.N.M. ha esternato attraverso il suo Presidente e che evidentemente rispecchia un’idea diffusa tra i magistrati che lo hanno voluto al vertice della loro associazione.

Ma anche i magistrati romani la pensano alla stessa maniera? E se hanno un’idea diversa, non è doveroso manifestarla esplicitamente?

Il Direttivo

FacebookTwitterGoogle+

Assemblea 28 aprile 2016

A tutti i Soci

Carissimi,

Vi trasmetto la proposta di modifica dello Statuto e del Regolamento della nostra Camera Penale, che il Direttivo sottoporrà all’approvazione dell’Assemblea fissata per il 28 aprile pv. Infatti, così come previsto dall’art. 13 dell’attuale Statuto, le modifiche sono proposte a maggioranza del Direttivo e sottoposte all’ Assemblea, che le approva con il voto favorevole della maggioranza dei due terzi dei votanti, fermo restando che ovviamente non hanno diritto di voto i Soci non in regola con il versamento della quota sociale. (continua a leggere …)

FacebookTwitterGoogle+